Privacy Policy
  • header14it
  • header14en
bruschetta olio

Conosci il tuo olio: il tappo anti rabbocco obbligatorio nella ristorazione

| 0 commenti

Così come chiarisce il nome, lo standard Conosci il tuo pasto è la certificazione dedicata alla consapevolezza di ciò che si cucina e si mangia al ristorante. Massima attenzione quindi agli ingredienti utilizzati, e questa volta ci occupiamo di “Olio extra vergine di oliva”, il prezioso “oro verde”, utilizzato fin dall’antichità per molteplici utilizzi, dalla cosmesi alla medicina, ma che oggi è un ingrediente di eccellenza alla base della tradizione gastronomica italiana.

Una novità da qualche tempo riguarda l’olio servito al tavolo, il prodotto deve essere proposto con bottiglie dotate di tappo anti rabbocco come prevede la legge 30 ottobre 2014, art.18: la bottiglia etichettata deve contenere l’olio prodotto dalla medesima azienda riportata in etichetta e non essere rabboccata con altro prodotto di diverso tipo. Giusto, la legge tutela il consumatore che si siede al tavolo del ristorante riguardo all’olio che gli viene servito, ma tutela anche le aziende produttrici da contraffazioni nell’utilizzo del proprio marchio.

Un problema che emerge però, come lamentano alcuni operatori, riguarda l’impossibilità di utilizzare l’olio che si vuole, vuoi perché le aziende produttrici non hanno ancora una linea di prodotto con i tappi norma, e vuoi perché molte produzioni di olio extra vergine, anche di ottima qualità, non arrivano in commercio tramite l’imbottigliamento.

Pur con le difficoltà del caso, le statistiche emerse dai controlli svolti nell’ultimo periodo in Italia, dimostrano che i ristoratori si stanno impegnando per essere conformi alla normativa in vigore da novembre 2014.

Inoltre, l’altro punto che vorremmo sottolineare è che l’olio al tavolo è molto importante, certo, ma è solo la parte ultima della preparazione di un piatto, un tocco in più, un valore aggiunto che si da ad una preparazione culinaria. Dovremmo non dimenticarci però che spesso un cibo è cucinato con altri grassi e oli, questi ultimi purtroppo non sempre comunicati con chiarezza al consumatore.

Lascia una risposta

I campi obbligatori sono contrassegnati con *.