Privacy Policy
  • header14it
  • header14en
piatti grande

Ristorazione: le tendenze alimentari degli italiani

| 0 commenti

La popolazione è sempre più attenta a seguire stili alimentari nel riguardo della propria salute, nell’ultimo decennio infatti c’è stato una notevole riduzione del consumo di carboidrati giornaliero così come della carne e dell’assunzione di sale con un netto aumento del consumo di verdure e legumi.

Secondo uno studio FIPE (Federazione Italiana Pubblici Esercizi), è in aumento il consumo dei pasti al bar o al ristorante. I dati parlano di un 35% della spesa alimentare indirizzato nei pasti fuori casa e, per la fortuna del consumatore, la ristorazione è attenta alle attuali tendenze alimentari. L’attenzione dei ristoratori in merito a questo stile è notevole: molti Chef realizzano oggi menu che comprendono piatti più leggeri, ricchi di verdure e legumi di stagione, spesso con attenzione alle filiere corte e al biologico per garantire maggiore freschezza del prodotto e maggiore salubrità.

Ma non solo, anche grazie alle leggi sugli allergeni (Reg UE 1169/2011, circolare Ministero dello Sviluppo economico), che hanno contribuito a sensibilizzare gli operatori della ristorazione, più dei due terzi dei ristoranti ha introdotto menu atti a soddisfare specifiche esigenze di intolleranze. Il ristorante è ora un luogo dove si può attingere con la sicurezza di trovare anche una cucina attenta alla salute.

La certificazione per la ristorazione Conosci il tuo pasto punta proprio a garantire ai consumatori la qualità sia nelle materie prime nei pasti/menu, che nei metodi di preparazione e nella gestione generale delle scelte di un ristorante. La certificazione è ora sviluppata in cinque aree differenti che contengono specifici requisiti, dall’utilizzo di prodotti bio o Dop/Igp (area Qualità), all’attenzione verso gli ingredienti della tradizione locale (area Territorio), alle azioni che sostengono l’etico e il sociale (area Etica), al rispetto dell’ambiente (area Sostenibilità), fino all’area vegetariana e vegana.

Il nuovo standard è pensato per le più svariate tipologie di ristorazione, dal più comune ristorante, ai fast food di qualità, fino alla ristorazione scolastica ed aziendale, purché sia una “ristorazione consapevole” in grado di sensibilizzare i clienti ed il pubblico ai valori della qualità.

Lascia un commento

I campi obbligatori sono contrassegnati con *.